Civile

Fallimento, per l’estensione ai soci di fatto chiesta dal curatore serve la partecipazione del creditore originario

di Giovanbattista Tona

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

L’estensione del fallimento ai soci di fatto può essere disposta su istanza del curatore solo se al giudizio partecipa anche il creditore che aveva richiesto la prima dichiarazione di fallimento. Lo ha stabilito la Corte d’appello di Palermo (presidente Perriera, relatore Barone) con la sentenza 726 depositata il 13 aprile scorso. La vicenda Una Srl era stata dichiarata fallita su iniziativa di un creditore insoddisfatto. Successivamente il curatore fallimentare aveva proposto ricorso per la dichiarazione di fallimento ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?