Amministrativo

All'extracomunitario convivente spetta il permesso per motivi familiari

Francesco Machina Grifeo

Il Consiglio Stato, sentenza n. 5040/2017, ha stabilito che anche in assenza di un reale rapporto di lavoro subordinato, qualora sussista un rapporto di convivenza «evidente e dichiarato», la Questura non può emanare un provvedimento espulsivo basandosi sulla sola assenza dei requisiti di reddito. Per il Collegio, che ha accolto il ricorso di una cittadina extracomunitaria contro la decisione del Tar Lombardia (che aveva confermato il diniego al rilascio del permesso della questura di Brescia), nonostante la sostanziale natura ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?