Civile

Processo telematico, fa fede la “seconda pec”

di Selene Pascasi

È tempestiva la costituzione della parte che, presentata in via telematica la propria comparsa e ricevuta nei termini la seconda pec di avvenuta consegna, si sia vista rifiutare il deposito per un errore incolpevole e, spontaneamente, abbia rinnovato l’incombenza. Lo stabilisce il Tribunale di Ravenna, con ordinanza dell’8 maggio. La questione, nata dal disguido cui era incorso un legale, si chiude, così, con la decisione del Tribunale di ritenere tempestivo il deposito della comparsa effettuato dall’avvocato. Se il ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?