Civile

Nelle divisioni giudiziali si può derogare al sorteggio se il giudice vuole

di Angelo Di Sapio e Daniele Muritano

Il Codice civile fissa una regola chiara per la divisione giudiziale: l’assegnazione delle porzioni uguali mediante estrazione a sorte; è solo per le porzioni diseguali che si procede mediante attribuzione (articolo 729). La regola vuole evitare favoritismi in sede contenziosa. Il consenso dei condividenti mette fuori campo la regola: con l’accordo, la divisione si fa davanti al notaio. La Cassazione (ordinanza 23395/2017) è nuovamente investita delle modalità applicative di questa regola legale. ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?