Civile

Indebita restituzione, socio punito

di Angelo Di Sapio e Daniele Muritano

Il giudice tutelare del Tribunale di Modena (decreto 3 novembre 2017) nega la nomina dell’amministratore di sostegno (Ads) a una persona che, a causa di una vita di eccessi, aveva dissipato il proprio patrimonio in «viaggi, serate, donne». La nomina dell’Ads era stata richiesta dai figli. Per il giudice emiliano la nomina dell’Ads presuppone che, (almeno) nel caso del prodigo, deve esserci un’alterazione delle facoltà psichiche. L’equazione è «prodigalità = alterazione mentale». Il passaggio dal mondo della matematica ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?