Civile

Licenziamento per il funzionario del Fisco che rivela a terzi dati sensibili

di Andrea Alberto Moramarco

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

È legittimo il licenziamento disposto dall'Agenzia delle entrate nei confronti di un suo dipendente che riferisca a persone estranee all'Amministrazione dati “sensibili” relativi a procedimenti di accertamento in corso. La sanzione è da ritenersi proporzionata alla gravità della condotta e il riferimento alla sensibilità dei dati divulgati deve intendersi attinente alla garanzia dell'efficienza e dell'imparzialità dell'azione di controllo propria dell'Agenzia delle entrate. Questo è quanto si desume dalla sentenza 28796della Sezione lavoro della Cassazione, depositata il 30 novembre. ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?