Civile

Il notaio può attestare l’identità del cliente anche su presunzioni

di Patrizia Maciocchi

Non paga i danni alla banca il notaio che non controlla, al momento del rogito, l’identità del cliente che ha ricevuto un mutuo, se questo gli è stato presentato da un commercialista di sua conoscenza ed era in atteggiamenti confidenziali con il direttore dell’istituto di credito. Inoltre la banca aveva erogato il finanziamento dopo un’istruttoria sul futuro contraente. Elementi che mettevano il notaio nella condizione di avere una ragionevole certezza sull’identità del compratore. La Cassazione, con ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?