Civile

LAVORO - Cassazione n. 143

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

Non c'è demansionamento se il datore (nello specifico l'Aci) adibisce il dipendente a mansioni inferiori dopo la sentenza di reintegra, poi riformata in secondo grado con l'accertamento dell'appropriazione indebita e dunque della legittimità della destituzione. Secondo i giudici, nel periodo di intermezzo, l'Aci avendo perso irrimediabilmente la fiducia nella correttezza del dipendente non avrebbe potuto riassegnargli le mansioni originarie. ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?