Civile

Non va riconosciuto asilo all’immigrato per gli abusi subiti nel viaggio

Giampaolo Piagnerelli

L'immigrato richiedente asilo non può basare l'istanza sulle vessazioni subite durante il viaggio per raggiungere l'Italia senza, invece, fornire sufficienti elementi di pericolosità del Paese di provenienza. La Cassazione con l'ordinanza n. 2861/2018 ha precisato che la protezione internazionale non poteva essere concessa a un cittadino che proveniva dal Gambia e che attraversando il deserto libico aveva subito una serie di vessazioni. Quello che conta secondo la Corte è la situazione politica e sociale che sussiste nel ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?