Civile

Il premio fedeltà per non fare andare in pensione i lavoratori sconta i contributi

Giampaolo Piagnerelli

Il premio fedeltà corrisposto dall'azienda al prestatore in prossimità della pensione è assoggettato a contribuzione come normale emolumento. Lo chiarisce la Cassazione con la sentenza n. 5948/18. Il giudizio - La Corte richiamando il precedente giudizio di merito ha puntualizzato che la finalità dell'erogazione è, infatti, quella di stimolare la permanenza del lavoratore e quindi in un certo modo di “fidelizzarlo”, non ha certamente lo scopo di favorirne l'esodo, con conseguente assoggettabilità a contribuzione dell'indennità ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?