Civile

Inutilizzabile la registrazione della conversazione nello studio legale

di Andrea Alberto Moramarco

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

La registrazione di una conversazione avvenuta, sia pure tra presenti, all'interno di uno studio legale non è utilizzabile quale prova all'interno di un qualsiasi procedimento, anche disciplinare. Tale condotta, infatti, oltre a violare le disposizioni in materia di trattamento di dati personali, rappresenta una inammissibile intromissione in ambienti costituzionalmente tutelati e costituisce una grave violazione del diritto di difesa e alla riservatezza del cliente. Ad affermarlo è il Tribunale di Roma con la sentenza 19278/2017. Il caso ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?