Civile

Imposta sostitutiva, il ritardo blocca l’affrancamento

di Giorgio Gavelli

Il versamento tardivo della prima o unica rata dell’imposta sostitutiva dovuta dalle persone fisiche in caso di affrancamento di valore delle partecipazioni non quotate o dei terreni posseduti al di fuori della sfera imprenditoriale rende inefficace l’opzione, per cui diviene imponibile la plusvalenza calcolata senza considerare il valore di perizia. Il principio, da tempo sostenuto dall’amministrazione finanziaria, viene adesso confermato dalla Corte di cassazione, con ordinanza 5981 depositata il 12 marzo, e dovrà essere tenuto presente dai ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?