Civile

Videosorveglianza tra condòmini, condannato per l’intrusione

di Rosario Dolce

Puntare le telecamere sull’immobile del vicino può costare caro. Il Tribunale di Catania, con la sentenza del 31 gennaio 2018 ha condannato un temerario condòmino a risarcire la somma di 2mila euro al suo vicino per rifonderlo del danno non patrimoniale subito per l’intrusione. L’accusa penale e la richiesta di danno “morale” era partita dal condomino, che aveva prodotto un dvd con le riprese audiovisive a scopo di sorveglianza effettuate dal vicino ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?