Civile

Troppi contratti a tempo costringono l’azienda ad assumere il prestatore

Giampaolo Piagnerelli

Illegittimo il comportamento del datore che stipuli con il lavoratore una lunga serie di contratti (nel caso a termine e di somministrazione) per poi risolvere il rapporto di lavoro. Lo precisa la Cassazione con l'ordinanza n. 7702/18. I Supremi giudici hanno richiamato la decisione della Corte d'appello di Ancona che - confermando la sentenza di primo grado - aveva respinto l'eccezione di risoluzione del rapporto di lavoro intercorso tra prestatore e datore, avendo dichiarato la nullità del primo contratto ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?