Civile

L’inabilità limita il repêchage

di Giuseppe Bulgarini d’Elci

È legittimo il licenziamento del dipendente che, per aver contratto il linfoma di Hodgkin, ha sviluppato una permanente inabilità al lavoro, a condizione che nell’ambito dell’organizzazione aziendale non sussistano posizioni alternative, anche di contenuto professionale inferiore, cui adibire il dipendente in un’ottica di salvaguardia del posto di lavoro. La Corte di cassazione precisa (sentenza 8419/2018) che la verifica sulla disponibilità di posti alternativi non deve comportare pregiudizio per l’organizzazione del lavoro, nel senso che l’assegnazione a un ruolo diverso ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?