Civile

Intermediari finanziari, nessun obbligo di informare dopo il contratto

Francesco Machina Grifeo

L'intermediario destinatario di un incarico per negoziare strumenti finanziari non ha l'obbligo, dopo la conclusione del contratto (nella fase esecutiva), di tenere informato l'investitore sulla eventuale variazione dei profili di rischio. Un simile obbligo, infatti, sussiste soltanto nel caso di contratti di gestione e di consulenza in materia di investimenti, «trovando giustificazione nel fatto stesso dell'affidamento da parte del cliente all'intermediario del governo del proprio patrimonio mobiliare». Lo ha stabilito la Corte di cassazione, con la sentenza 24 aprile ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?