Civile

Il definitivo supera il preliminare

di Angelo Busani

Quando vi è diversità tra il contenuto del contratto preliminare e quello del contratto definitivo e non vi sia alcuna clausola contrattuale che disponga sulla prevalenza di un testo sull’altro, vale quel che c’è scritto nel contratto definitivo e non ha consistenza quanto sia diversamente stato pattuito in quello preliminare. Lo afferma la decisione della Cassazione n. 6223 del 14 marzo scorso. Il provvedimento del giudice di legittimità afferma infatti che, una volta stipulato il contratto definitivo, il preliminare ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?