Civile

Banca senza colpa per il finanziamento se ignorava la crisi della controllante

Giampaolo Piagnerelli

La società controllata non può chiamare in giudizio la banca per aver ritardato i tempi di fallimento dell'azienda controllante quando le due società condividano gli amministratori infedeli che abbiano così, falsificando i bilanci, ingenerato nell'istituto bancario che non ci fosse alcun stato di decozione, e che quindi quest'ultima abbia concesso senza colpa un finanziamento alla controllante. Lo chiarisce la Cassazione con la sentenza n. 11695/18. Il caso. Alla base della vicenda la società Omt srl che, in ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?