Civile

L’assegnazione della borsa di studio è retribuzione congrua per i medici specializzandi

Giampaolo Piagnerelli

I medici specializzandi non possono esser inquadrati in un rapporto lavorativo subordinato o parasubordinato. Secondo un orientamento che si va sempre più consolidando, infatti, non è ravvisabile una relazione sinallagmatica di scambio tra l'attività degli specializzandi e gli emolumenti previsti dalla legge, restando conseguentemente inapplicabili l'articolo 36 della Costituzione e il principio di adeguatezza della retribuzione. La borsa di studio. La Cassazione - con ordinanza n. 13445/18 - ha precisato che in materia va considerato il Dlgs ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?