Civile

MINORI STRANIERI - Cassazione n. 14238

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

Il compimento da parte del familiare di attività incompatibili con la permanenza in Italia (ricettazione ecc.) non possono portare automaticamente alla espulsione senza valutare gli interessi del minore. Nel giudizio avente ad oggetto l'autorizzazione all'ingresso o alla permanenza in Italia del familiare del minore straniero, ex articolo 31, terzo comma, del Dlgs 286/1998, la sussistenza di comportamenti del familiare incompatibili con il suo soggiorno nel territorio nazionale deve essere valutata in concreto e attraverso un esame complessivo della sua ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?