Civile

Se il custode amministra si applicano le tariffe

di Patrizia Maciocchi

Il compenso del custode e amministratore giudiziario di una società sottoposta a sequestro giudiziario penale, va liquidato in base alle tariffe professionali dei dottori commercialisti e non secondo gli usi locali. Nel determinare il compenso si deve, infatti, fare una distinzione tra la semplice custodia e conservazione, rispetto alla custodia con amministrazione del bene, nello specifico una società commerciale, sottoposto a sequestro. La Corte di cassazione con la sentenza 14484, depositata ieri, accoglie il ricorso dei ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?