Civile

Voluntary, se si omettono gli attivi successione incompleta

di Angelo Busani

La dichiarazione di successione presentata omettendo gli attivi emersi nell’ambito di una procedura di voluntary disclosure è “incompleta” e non “infedele” e l’Ufficio può pertanto contestarla non oltre due anni dal giorno in cui è stata pagata l’imposta principale di successione. La presentazione di un’istanza di voluntary disclosure non è un “evento sopravvenuto” che obbliga alla presentazione di una dichiarazione di successione “integrativa” di altra dichiarazione di successione già presentata. Pertanto, l'Ufficio non può pretendere di contestare l’omessa ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?