Civile

Violazione privacy, i termini per la contestazione decorrono da fine indagini

Francesco Machina Grifeo

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

In caso di mancato rispetto della privacy, il termine di 90 giorni previsto per la notifica della violazione decorre dal momento in cui l'Autorità Garante, all'esito della attività istruttoria, abbia acquisito piena conoscenza della condotta illecita. Lo ha stabilito la Corte di cassazione, sentenza 6 giugno 20181 n. 14678, fissando un parallelo con quanto già previsto per gli accertamenti e le sanzioni Consob, e respingendo il ricorso di Edipro. La vicenda riguardava la cessione di oltre 15milioni di anagrafiche, ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?