Il Comune non risarcisce il privato se l’illegittimità dell’atto è dovuta a netti contrasti giurisprudenziali
Civile

Il Comune non risarcisce il privato se l’illegittimità dell’atto è dovuta a netti contrasti giurisprudenziali

di Paola Rossi

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

Scusati sia il Comune, per aver adottato un regolamento urbanistico illegittimo, sia il funzionario che, su tale base, ha rilasciato il permesso di costruire, se la contrastante interpretazione giurisprudenzale della norma statale di riferimento ha determinato l’errore. È, quindi, un errore scusabile per il Comune l’aver adottato una norma urbanistica in violazione della disposizione di un decreto ministeriale applicata giurisdizionalmente con due letture alternative. E ancor più privo di profili di colpevolezza è ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?