Civile

Concordato fallimentare, società proponente (e correlate) fuori dal voto

Francesco Machina Grifeo

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

Le Sezioni Unite civili, sentenza n. 17186 del 28 giugno 2018, al termine di lungo excursus giuridico, hanno affermato che nel concordato fallimentare il creditore proponente non ha diritto di voto, trovandosi in un «immanente» conflitto di interesse con gli altri creditori chiamati ad accettarlo. Non solo, la Cassazione ha aggiunto che tale divieto si estende alle «società correlate» (al creditore proponente) in quanto facilmente «condizionabili». Diversamente, scrive la Corte, «propendere per un'interpretazione non estensiva del sesto comma dell'art. ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?