Civile

L’agonia pre-morte va risarcita in caso di colpa medica

di Michol Fiorendi

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

L'agonia protrattasi, anche per breve tempo, sino alla morte del soggetto a seguito di una colposa omessa diagnosi di una patologia già in corso, rappresenta un danno per lesioni dell’integrità psicofisica del soggetto stesso e, come tale, deve essere risarcita. Lo stabilisce la prima sezione civile del Tribunale di Milano, con sentenza 2814/2018 del 9 marzo 2018, a firma del Giudice Valentina Boroni. La vicenda Un uomo, colto da improvviso e fortissimo dolore al torace, viene trasportato ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?