Civile

Nessun risarcimento per acqua all'arsenico, lo Stato beneficiava di una deroga

Francesco Machina Grifeo

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

Nessun risarcimento da parte dello Stato per gli abitanti del comune di Corchiano, in provincia di Viterbo, costretti a bere acqua minerale al posto di quella del rubinetto a causa dei livelli dell'arsenico sopra soglia. La Cassazione, sentenza 17321 del 3 luglio(ma i ricorsi sono seriali e tutti col medesimo esito) chiarisce infatti che l'Italia aveva chiesto una deroga rispetto al limite di 10 microgrammi per litro previsti dalla direttiva 98/83/CE e che la Commissione europea a più riprese ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?