Civile

L’avvocato può dialogare con la società controparte

di Patrizia Maciocchi

Non viola il codice deontologico l’avvocato che invia, per conoscenza, alla società controparte copia dell’assegno per dimostrare che i suoi clienti hanno saldato il debito. La Cassazione, con la sentenza 17534 del 4 luglio scorso, accoglie il ricorso del legale, “punito” con l’avvertimento perché, ad avviso del Consiglio nazionale forense, aveva infranto il divieto di inviare direttamente corrispondenza alla parte avversa assistita da un altro difensore. Nello specifico però la Suprema corte chiarisce che ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?