Civile

Sentenza di fallimento: giudizio di reclamo nei termini tassativi di legge

di Mario Piselli

Nel giudizio di reclamo avverso la sentenza di fallimento l'intervento di qualunque interessato non può avvenire oltre il termine stabilito per la costituzione delle parti resistenti con le modalità per queste previste dall'articolo 18, comma nono, della legge fallimentare, nel testo novellato dal Dlgs 169/2007, dovendosi interpretare siffatta norma nel senso che, decorso quel termine, nessun intervento può aver luogo, neppure ad adiuvandum, atteso che l'interesse richiesto dall'articolo 105, comma secondo, del Cpc,potrebbe legittimare l'interventore adesivo alla proposizione del ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?