Civile

Cartellino manomesso, licenziamento nullo se l'addebito è generico

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

Anche se c'è un alterazione manuale delle timbrature del cartellino ai fini della validità del licenziamento il datore non può limitarsi ad un addebito generico ma deve provare l'intento fraudolento. Lo ha precisato la sezione Lavoro della Cassazione con lasentenza 24 luglio 2018 n. 19632. Il caso esaminato dai giudici di legittimità riguardava una lavoratrice che aveva modificato i dati risultanti dalle timbrature del sistema automatico di rilevazione delle presenze. Per questo motivo era stata licenziata ma la contestazione ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?