Civile

Fondo patrimoniale, notaio responsabile per l'omessa annotazione ma il danno va provato

di Andrea Alberto Moramarco

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

Il notaio che, dopo avere costituito un fondo patrimoniale, non effettua la relativa annotazione in margine all'atto di matrimonio risponde per i danni subiti dai proprietari dei beni conferiti nel fondo in conseguenza dell'inopponibilità del vincolo di destinazione ai creditori. L'effetto giuridico della opponibilità del vincolo ai creditori dipende, infatti, esclusivamente da tale annotazione, a nulla rilevando che sia stata comunque eseguita la trascrizione dell'atto. Tuttavia, la condotta gravemente inadempiente del professionista può portare al risarcimento del danno solo ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?