Civile

Nullità del matrimonio, esclusione del bonum prolis non contraria all'ordine pubblico

di Andrea Alberto Moramarco

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

In presenza delle altre condizioni richieste dalla legge, la sentenza ecclesiastica di nullità del matrimonio per esclusione del bonum prolis, ovvero il fine della procreazione della prole, elemento essenziale nel diritto canonico, può essere dichiarata esecutiva nell'ordinamento italiano, in quanto in tal caso non sussiste alcun contrasto con l'ordine pubblico. Difatti, nell'ipotesi in cui l'intenzione di non avere figli sia stata manifestata da un coniuge ed accettata dall'altro, l'efficacia nell'ordinamento italiano della sentenza di nullità non trova ostacolo nella ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?