Civile

Violazione del dovere di buona fede se i figli del venditore impediscono la cessione

di Andrea Alberto Moramarco

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

È configurabile inadempimento dell'obbligo di comportarsi secondo buona fede in pendenza di condizione, previsto dall'articolo 1358 c.c., nel caso in cui il promissario alienante assuma, quale condizione sospensiva dell'efficacia della vendita, l'impegno alla estinzione del diritto di prelazione sull'immobile, per poi comunicare in notevole ritardo al promissario acquirente la sua volontà di non estinguere la prelazione, per via della disapprovazione da parte dei figli, nel frattempo divenuti comproprietari del bene, sfavorevoli alla cessione. Questo è quanto affermato dal Tribunale ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?