Civile

Appalti, sì alla risoluzione per inadempimento della Pa anche senza l'iscrizione delle riserve

di Paola Rossi

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

Per la Corte di cassazione la domanda giudiziale di risoluzione del contratto di appalto pubblico per inadempimento della Pa non è impedita dalla mancata iscrizione delle riserve. Cioè la richiesta da parte dell'appaltatore di risoluzione del contratto per inadempimento dell'amministrazione, in questo caso un Comune, non è condizionata dall'avvenuto adempimento formale dell'iscrizione in bilancio delle riserve espresse dalla parte privata su fatti che comportano maggiori oneri di spesa o minori entrate. Infatti, come dice la Cassazione con la sentenza ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?