Civile

Banche, contro illegittimo anatocismo sempre possibile agire in giudizio

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

L'assenza di rimesse solutorie non esclude l'interesse del correntista a ricorrere contro clausole illegittime su interessi anatocistici. Per la Cassazione nel rapporto con la banca è sempre sussistente l'interesse del correntista alla corretta regolamentazione del conto e del rapporto di credito bancario connesso. Quindi, come chiarisce la Cassazione con la sentenza n. 21646 depiositata ieri, se sul fido bancario è prevista un'illegittima applicazione di interessi anatocistici il cliente della banca ha un interesse concreto a far dichiarare l'espunzione ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?