Civile

LAVORO - Cassazione n. 21719

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

No al licenziamento intimato dalla cooperativa alla lavoratrice che via whatsapp critica molto duramente una socia, con contenuti analoghi a quelli comparsi in un volantino anonimo successivamente. Per la cassazione il lavoratore ha un diritto di critica anche aspra purché le accuse siano vere e sia rispettata una certa continenza nel linguaggio. Per il datore invece le frasi erano denigratori e offensive nei confronti della dirigenza oltre a provenire da una lavoratrice collocata in elevata posizione aziendale come responsabile ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?