Civile

Per il riconoscimento della reggenza di un ufficio dirigenziale serve il posto in pianta organica

di Daniela Casciola

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

Non è l'uso del termine «reggenza» nel contesto del provvedimento del dirigente generale che consente di ritenere istituito un posto dirigenziale in pianta organica da cui far derivare il carattere dirigenziale delle funzioni del dipendente. E se non c'è una posizione dirigenziale da ricoprire, è escluso in radice che allo svolgimento delle relative funzioni possa essere riconosciuta la natura dirigenziale. Lo ha deciso la Corte di cassazione con la sentenza n. 27669, depositata ieri, sul caso di un dipendente ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?