Civile

L’estratto conto non blocca la ripetizione degli accrediti non dovuti

Francesco Machina Grifeo

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

Sì alla marcia indietro della banca che, a seguito di operazioni finanziarie, abbia accreditato importi maggiorati rispetto al dovuto sul conto corrente dell'investitore. Né il passaggio del tempo – nel caso due anni -, né gli estratti conto regolarmente prodotti e mai contestati impediscono all'istituto di richiedere indietro i versamenti. Lo ha stabilito la Corte di cassazione, ordinanza n. 3000/2018, accogliendo con rinvio il ricorso di Banca Esperia. In primo e secondo grado invece i correntisti erano riusciti a ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?