Civile

Prove del debito, chi tace acconsente

di Luigi Salciarini

Anticipazioni dell’amministratore, il condominio che non produce prove “acconsente” a rimborsare il credito. Questo, in estrema sintesi, il principio desumibile dalla sentenza del Trbiunale di Roma 2909/2018. Il caso affrontato è paradigmatico: l’amministratore conviene in giudizio il condominio chiedendone la condanna al pagamento di una somma pari a quasi ottomila euro a titolo di restituzione delle anticipazioni fatte nel periodo in cui ha svolto l’incarico (nella specie, per i costi necessari per i lavori di prevenzione ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?