Civile

L’equipe medica risponde per l’adozione della valvola difettosa

Francesco Machina Grifeo

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

Se la protesi – in questo caso una valvola cardiaca – è difettosa ne rispondono, oltre alla struttura ospedaliera, tutti i medici che compongono l'equipe e non soltanto il primario che ha deciso l'impianto e scelto il dispositivo. La Cassazione, sentenza n. 31966 dell’11 dicembre 2018, allarga così l'area delle responsabilità dei componenti il team sanitario alle fasi antecedenti l'esecuzione dell'intervento (peraltro nel caso tecnicamente corretto), facendovi rientrare anche le scelte relative ai prodotti da utilizzare. Al contrario la ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?