Civile

Non c'è demansionamento se la nuova mansione è prevista dal contratto collettivo

di Andrea Alberto Moramarco

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

Nel rapporto di lavoro alle dipendenze di una pubblica amministrazione non è ravvisabile un demansionamento se le nuove mansioni affidate al dipendente rientrino nella medesima area professionale prevista dal contratto collettivo. L'articolo 52 del Dlgs 165/2001 adotta, infatti, un concetto di equivalenza formale, per cui condizione necessaria e sufficiente affinché le nuovi mansioni siano considerati equivalenti è la mera previsione in tal senso da parte della contrattazione collettiva, indipendentemente dalla professionalità acquisita dal lavoratore. Questo è quanto si desume ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?