Civile

Avvocati, se il reddito è basso il contributo soggettivo va pagato alla gestione separata Inps

di Andrea Alberto Moramarco

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

L'avvocato che abbia provveduto al versamento alla Cassa Forense del solo contributo integrativo a causa del mancato raggiungimento della soglia reddituale minima, è tenuto al pagamento del contributo soggettivo alla gestione separata Inps, di cui all'articolo 2 comma 26 della legge 335/1995 (c.d. Riforma Dini). Difatti, l'articolo 18 comma 12 del D.l. 98/2011 (c.d. Manovra correttiva 2011), norma di interpretazione autentica di tale disposizione, consente di ritenere che il versamento contributivo idoneo a escludere l'obbligo di iscrizione nella gestione ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?