Civile

La prosecuzione dell’attività diventa la via maestra

di Giuseppe Acciaro, Alessandro Danovi e Francesco Paolo Pati

Con l’entrata in vigore del Codice della crisi d’impresa l’apertura della liquidazione giudiziale non determinerà più in modo automatico la cessazione dell’attività di impresa, come succede con le norme attuali. Oggi il tribunale non è tenuto, ma semplicemente “può” disporre l’esercizio provvisorio dell’impresa nella sentenza che ne dichiara il fallimento, se dalla interruzione può derivare un danno grave, purché non arrechi pregiudizio ai creditori (articolo 104 della legge fallimentare). ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?