Civile

Il fondo patrimoniale non esclude l'azione revocatoria

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

La costituzione dal parte di una coppia di un fondo patrimoniale non può essere un escamotage per sfuggire alle pretese creditorie di terzi ed evitare l'azione revocatoria. Lo chiarisce la Cassazione con l'ordinanza n. 6450/19. Marito e moglie avevano messo un immobile di loro proprietà in un fondo patrimoniale, il bene quindi secondo loro era diventato inattaccabile dall'azione revocatoria. Una tesi non accettata dai giudici di legittimità che hanno ritenuto il bene "pienamente aggredibile" da terzi anche se ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?