Civile

Lavoratori, il cambio di azienda non configura un atto di concorrenza sleale

di Andrea Alberto Moramarco

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

Il passaggio di un lavoratore da una società ad un'altra operante nello stesso settore non configura di per sé un atto di concorrenza sleale, né porta automaticamente a configurare gli estremi di un illecito extracontrattuale a danno dell'ex datore di lavoro, a meno che non vi sia la prova della sottrazione di informazioni o l'utilizzo di specifiche tecniche di lavoro che diano spessore all'illecito. Questo è quanto affermato dal Tribunale di Velletri nella sentenza 1907/2019. ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?