Civile

Per innovare i beni comuni condominiali non basta la maggioranza semplice

Giampaolo Piagnerelli

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

Per le innovazioni ai beni comuni del condominio non basta una maggioranza semplice. Secondo la Cassazione - ordinanza n. 10077/19 - occorre considerare che per le innovazioni vale quanto stabilito dalcomma 2 dell'articolo 1136 Cc e quindi serva «l'approvazione dei lavori con un numero di voti che rappresenti la maggioranza degli intervenuti e almeno la metà del valore dell'edificio». I fatti - Alla ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?