Civile

Chi accetta assegni scoperti non può rivalersi sulle banche

di Paola Rossi

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

L'imprenditore che acconsente a ricevere plurimi pagamenti, dalla medesima persona, con assegni privi di copertura e senza protestarli non può accollare né alla banca di cui è correntista né alla banca trattataria la responsabilità per il conseguente fallimento e i danni extracontrattuali. La Corte di cassazione civile con una sentenza depositata ieri (n. 10814) ha così definitivamente chiuso la vicenda di un imprenditore che aveva portato all'incasso alcuni assegni scoperti emessi da un proprio debitore e di cui aveva ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?