Civile

Utero in affitto: no al riconoscimento del figlio di due padri

di Patrizia Maciocchi

Non può essere trascritto all’anagrafe l’atto con il quale un paese straniero riconosce il rapporto di filiazione con il genitore di intenzione del bambino avuto all’estero, con l’utero in affitto, da una coppia omosessuale. La via per tutelare il rapporto genitoriale può essere quella dell’adozione in casi particolari. Per le Sezioni unite della Cassazione (sentenza 12193) l’ostacolo alla “trasferimento” dell’atto sta nel divieto alla maternità surrogata previsto dalla legge 40, «qualificabile come principio di ordine pubblico, in ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?