Civile

Intermediazione finanziaria, non basta l'alert della banca sugli investimenti inadeguati

di Paola Rossi

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

La banca intermediaria non assolve compiutamente i propri obblighi informativi con la sola annotazione: «La presente operazione non appare adeguata», apposta sugli ordini di acquisto del cliente - investitore non professionale - ma che insiste ugualmente per la conclusione dei contratti. L'ordinanza n. 15708depositata ieri dalla I sezione della Cassazione ha contestato il ragionamento della sentenza Corte d'appello che aveva prima definito il cliente "investitore al dettaglio", cioè non qualificato, e aveva poi ritenuto sufficiente l'alert della banca sull'inadeguatezza ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?