Civile

Divorzio, la diversa collocazione del figlio non tocca automaticamente l’assegno

Francesco Machina Grifeo

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

A seguito della diversa collocazione del figlio, il genitore tenuto all'assegno di mantenimento non può autonomamente sospenderne il versamento ma deve comunque attivare la particolare procedura giudiziale prevista dalla legge sul divorzio. Lo ha stabilito la Corte di cassazione, sentenza n. 17689 de 2 luglio, respingendo il ricorso di un padre contro la sentenza che confermava il precetto, per 17mila euro di arretrati, notificatogli dalla ex moglie. Il Tribunale di Treviso nel 2010, con la sentenza di cessazione degli ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?